Servizio Educativo domiciliare Agape: attività esterne di socializzazione e condivisione. Facciamo il punto sul 2018

Dall’anno 2018, all’interno del servizio educativo e domiciliare della Cooperativa Agape è attivo un servizio gratuito che prevede l’organizzazione di una serie di attività condivise che coinvolgono tutti gli utenti e gli operatori.

Il servizio è stato proposto con l’obiettivo di offrire ai nostri utenti e ai loro operatori occasioni di socializzazione e condivisione, all’insegna del divertimento e del benessere psico fisiologico.

 

Che cosa è stato fatto fino ad ora?

All’interno della sede di Cagliari di Agape, sono state organizzate diverse attività a cadenza mensile, pensate con l’obiettivo di invitare i nostri utenti a prendere parte  ad attività divertenti e coinvolgenti aventi sempre degli obiettivi ben specifici, come ad esempio la promozione della socializzazione, stimolare la loro capacità cognitiva, aiutarli a conoscere e a gestire le emozioni e  stimolare la loro creatività e manualità.

Gli operatori si sono impegnati nell’organizzazione e nella coordinazione di ogni attività proponendo:

 Attività di conoscenza e socializzazione come l’attività chiamata “Nel mio giardino”, in cui attraverso l’ascolto attivo e la riflessione sui propri pregi e propri limiti, sono stati favoriti la conoscenza e la socializzazione del gruppo, che a termine dell’attività ha condiviso quanto emerso, nel “proprio giardino”, un fiore di cartoncini colorati, simbolico di sfumature, colori e caratteristiche di ognuno di essi.

   

 

 

Giochi di stimolazione cognitiva come i classici “Ruba mazzetto”, per potenziare le abilità di calcolo e “Nomi, cose e Città..” per stimolare le capacità di associazione e di memoria. L’attività “Alla ricerca della lettera perduta” durante la quale, gli utenti sono stati invitati ad indovinare le lettere mancanti per completare una frase;  ”Ricorda una canzone”, attività incentrata sul ricordo di esperienze passate riattivate da vecchie canzoni, e per finire il gioco da tavola “Pictionary”, durante il quale, i partecipanti, suddivisi in gruppi hanno dovuto collaborare e impegnarsi per comprendere  e indovinare ciò che uno di loro disegnava.

Attività più focalizzate sull’aspetto emotivo, comunicativo e creativo come il “Mandala del coraggio”, in cui si sono esplorate, attraverso la visione di alcuni cortometraggi le proprie e le altrui emozioni fino alla creazione di un   quadro in cui ognuna di esse veniva espressa; “Emozioni appunta di mani”  dedicata al riconoscimento e all’espressione creativa delle emozioni tramite l’esposizione a specifiche immagini e “Dixty”, un gioco di carte illustrate in cui gli utenti sono stati stimolati a porre l’attenzione verso l’altro, sintonizzarsi con quanto veniva detto dal giocatore/narratore, e a migliore la comunicazione assertiva.    

 

Laboratori ricreativi in cui sono stati realizzati attraverso del materiale da riciclo degli oggettini a sfondo Natalizio, che i vari utenti si sono poi scambiati durante il pranzo organizzato per Natale.

Non solo attività educative,  ma anche momenti di svago!

In diverse occasioni, al termine dell’attività in sede, sono stati festeggiati i compleanni di alcuni dei nostri utenti, che con il piacere di condividere un momento importante per loro, hanno richiesto agli educatori di rifermento di poter festeggiare il loro compleanno insieme a tutti gli altri partecipanti, offrendo loro la torte opportunamente ordinata e ritirata dal loro educatore.

 

 

 

Le attività esterne!

Oltre alle attività organizzate all’intero degli uffici della cooperativa, sono state realizzate attività esterne mensili e occasionali.

Rispetto alle attività mensili, dal mese di giugno 2018 è partito un progetto chiamato “Itinerari della salute”, avente come obiettivo quello di stimolare gli utenti a camminare per i diversi percorsi proposti, condividendo un momento di unione, socializzazione e benessere, all’insegna della salute e della riscoperta dei meravigliosi parchi e aree verdi offerte dalla nostra città.  Camminare è un’attività fisica semplice ed economica, ma con grandi benefici sia sul piano della salute fisica, bastano infatti, 30 minuti di camminata  regolare per stare meglio e vivere più a lungo,sia sul piano della salute mentale, camminare in gruppo in luoghi naturali, permette l’accrescimento del benessere psichico e la socializzazione.

La nostra città offre diversi parchi e luoghi naturali dove è stato possibile realizzare mese dopo mese il progetto citato, costruendo così, un gruppo di cammino che entusiasta partecipa attivamente all’ iniziativa, camminando per i diversi percorsi proposti per circa 50 minuti.

I percorsi in cui il gruppo di cammino è stato fino ad ora sono stati: “Su Siccu”, una bellissima passeggiata lungo il porto di Cagliari, la nuova pista pedonale del Poetto, i “Giardini pubblici”  con la panoramica vista di Cagliari offerta dal Terrapieno, i parchi di ”Terramaini e Monteclaro”, che immersi nelle aree di verde consentono un tuffo nella natura, ed “il Lazzaretto di Sant’ Elia” che, rivalutato recentemente dal comune di Cagliari, non solo offre una meravigliosa vista mare, ma anche un breve percorso nella cultura della nostra città

 

 

 

 

 

  Esplorando la nostra isola: le gite!

 All’interno delle attività esterne, che hanno visto ance il coinvolgimento dl gruppo degli utenti del servizio educativo di San Sperate, sono state organizzate, delle attività annuali extra consistite in due gite, una nella Penisola del Sins e una a Dolianova, entrambe pensate con gli obiettivi di offrire ai nostri utenti un giornata di svago e divertimento all’insegna della cultura, della condivisione e della socializzazione.

La prima, organizzata a Maggio, ha previsto la visita, tramite pulman gt, dei bellissimi luoghi naturali e culturali offerti dalla Penisola del Sinis.

Nello specifico, una volta giunti a destinazione, è stato possibile salire in un fantastico trenino che passando lungo le vie della città fenicio-punica e romana di Tarros e di San Giovanni di Sinis, ha consentito di ammirare l’acquedotto romano, l’area urbana vera e propria di Tharros, la Torre di San Giovanni e le vestigia della necropoli di Tharros. Successivamente, presso il Museo civico archeologico di Cabras è stato possibile vedere, attraverso opportuna visita guidata, le statue dei giganti di Monte Prama e vari reperti storici ritrovati negli scavi della Città.

La gita è proseguita presso l’ ittiturismo “Sa Pischera  e Mar’ e pontis”, dove è stato possibile condividere tutti insieme, un pranzo ricco e di qualità, all’insegna del cibo locale.

Infine, prima del rientro, gli utenti e gli operatori hanno potuto godere di un ultimo momento di svago e relax presso la meravigliosa spiaggia di Torre Grande.

 

 

 

La seconda gita, organizzata nel mese di Ottobre,  è consistita in una giornata  presso il parco artistico di Gianni Argiolas a Dolianova. Qui i nostri utenti, accompagnati agli operatori di riferimento hanno potuto ammirare le realizzazioni artistiche del maestro Gianni Argiolas, che immerse in una rigogliosa forestazione, creano un percorso artistico di grande e suggestiva bellezza.

I pranzi!

Infine, tra le attività extra a cadenza annuale  sono stati organizzati e realizzati anche numerosi pranzi in occasione di ricorrenze particolari come quella della festa della donna e del Natale.

Nello specifico il pranzo per la festa delle donne, realizzato in un ristorante a Cagliari, aveva come obbiettivo quello di riscoprire insieme alle nostre utenti il valore dell’essere donna, offendo ad ognuna di oro un momento di riflessone e di condivisione, al termine del quale è stato pensato di regalare ad ognuno di loro un piccolo mazzolino di mimose, fiore simbolico della festa della donna.

Il pranzo di Natale, invece si proponeva di offrire ai nostri utenti il piacere di stare insieme in un momento in cui l’unione e lo scambio reciproco sono molto importanti. In occasione di tale ricorrenza,infatti, gli utenti dei vari servizi hanno potuto scambiarsi dei piccoli doni realizzati durate i laboratori in sede, promuovendo così la solidarietà e l’entusiasmo tra loro.

 

Bilancio finale!!

I nostri utenti hanno partecipato numerosi  alle attività proposte, si sono dimostrati sempre entusiasti e attivi, hanno interagito e socializzato tra loro, condividendo momenti  culturali di apprendimento e momenti  ludico ricreativi divertendosi. È possibile, dunque, concludere in maniera positiva l’anno appena trascorso, con l’intento di proseguire attivamente nell’offrire ai nostri utenti un servizio gratuito di attività esterne sempre nuove e coinvolgenti.

Dott.ssa Sara Desogus

Referente per le attività esterne di stimolazione e socializzazione

Del Servizio educativo e Domiciliare Privato

Agape Cooperativa Sociale

marzo 15, 2019

0 Commenti su Servizio Educativo domiciliare Agape: attività esterne di socializzazione e condivisione. Facciamo il punto sul 2018

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

copyright©2015-Agape Cooperativa Sociale Onlus Cagliari • P.IVA/C.F.: 02840810929