Sport e Salute Mentale

Con Agape per vincere insieme!

Volge al termine la stagione calcistica 2015/2016 che ha visto l’ASD Sport Tharros disputare il campionato MSP calcio a 11 Sardegna e ottenere eccellenti risultati sia sul campo da gioco che in campo sociale. La partnership con Agape Cooperativa Sociale Onlus stipulata a inizio stagione e suggellata dal logo sulla maglia da gara dei calciatori è, infatti, frutto di un progetto ambizioso che vede coinvolti Utenti, Operatori e Collaboratori e ha come principale obiettivo la promozione della Cultura Sportiva come strumento di Integrazione e Inclusione Sociale.

Sedere sugli spalti a incitare la squadra, gioire per un goal o dispiacersi per una sconfitta sono esperienze ed emozioni comuni a qualsiasi tifoso e viverle in modo empatico assieme ad altri appassionati regala una piacevole sensazione di Partecipazione e Condivisione difficilmente eguagliabile. La famosa frase “il dodicesimo uomo in campo” rende adeguatamente l’idea dell’influenza che i supporters hanno sui risultati sportivi della squadra e la percezione, spesso inconscia, che gli stessi tifosi hanno di giocare un ruolo importante nell’esito di una partita e dell’intera stagione amplifica ulteriormente la loro sensazione di far parte di un gruppo, di una società o di quella che spesso viene definita “famiglia sportiva”. Lo sa bene il Presidente e giocatore dell’ASD Sport Tharros Alessandro Corona quanta carica in più possa dare la consapevolezza di giocare non solo per se stessi e la propria squadra ma anche per un pubblico che mostra interesse, affetto e il cosiddetto “attaccamento alla maglia”: <<Vengo da una realtà di paese dove le tribune durante le partite sono sempre piene ed è una cosa molto bella e stimolante per i giocatori, mentre qui in città avere un pubblico è raro… ho parlato con i ragazzi e ho spiegato loro l’importanza di rappresentare non solo l’ASD Sport Tharros ma anche la Cooperativa Sociale Agape, la sua causa e i suoi valori e penso che questo li abbia maggiormente motivati e responsabilizzati… arrivando da un campionato di livello inferiore siamo partiti senza pretese e invece ora siamo qualificati ai Play-off e ancora in corsa per la vittoria finale>>. La squadra e i suoi tifosi, dunque, traggono beneficio da un rapporto di interdipendenza reciproca e circolare che non può altro che rafforzarsi con il tempo ed è proprio questo ciò che auspica la Dott.ssa Annalisa Mascia, Presidente di Agape: <<Questo primo anno di progetto è stato di “avvicinamento”… gli Utenti hanno cominciato a interessarsi ai risultati della squadra e mi aspetto che in futuro possa esserci una loro maggior presenza alle partite… inoltre, mi aspetto che a breve  qualcuno di loro abbia il piacere di essere direttamente coinvolto sul campo da gioco>>. Nelle prossime fasi del progetto, infatti, è prevista la partecipazione attiva e diretta degli Utenti, nonché degli Operatori e Collaboratori alle attività sportive che riguarderanno il Calcio ma anche altri sport, così da soddisfare gli interessi e le attitudini di tutti i protagonisti del progetto.

La Pratica Sportiva incide sulle Abilità Individuali, favorendo lo sviluppo delle capacità innate e l’acquisizione di nuove. Attraverso lo sport la Persona può mettersi in gioco e sperimentarsi, può sviluppare Autoconsapevolezza e Fiducia nelle proprie capacità, può fare esperienza della Self-efficacy; questi sono elementi che contribuiscono allo sviluppo dell’Autostima e di una Positiva Percezione del Sé.

La pratica, inoltre, influisce rafforzando il Senso di Identità legato a come la persona percepisce se stessa, per cui lo sport, migliorando lo Schema Corporeo, le Capacità Coordinative e la Consapevolezza della propria corporeità, concorre alla formazione del senso d’identità. Per quanto concerne la sfera dei Rapporti Sociali, invece, fiducia in sé e identità personale giocano un ruolo fondamentale, ma lo sport non si limita solo a questo; essendo caratterizzato da competizione e regole, concorre anche a migliorare le capacità di interagire con gli altri.

Il soggetto nell’attività è parte di un gruppo, di una squadra e questo nella nostra società equivale ad uno stile di vita totalmente sociale, inoltre gli permette di incanalare le tensioni interne in manifestazioni motorie accettabili. Il soggetto è portato così a mettersi in gioco, attraverso le sue prestazioni e relazioni, dovendo rapportarsi ad altri giocatori secondo delle linee tecniche definite dagli schemi di gioco.

Ci sono tutti i presupposti per un progetto duraturo e di successo con un notevole impatto sul Ben-essere di tutte le persone che vi partecipano e parteciperanno.

Forza Agape!!

Dott. Daniele Serra

 

0 Commenti su Sport e Salute Mentale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

copyright©2015-Agape Cooperativa Sociale Onlus Cagliari • P.IVA/C.F.: 02840810929